Istituto Statale Istruzione Superiore Gino Luzzatto

Istituto Statale Istruzione Superiore GINO LUZZATTO

da pagina:Conferenza De Vicenzi"PROGETTO 22", UNA STORIA DI RESILIENZA

Grande partecipazione degli studenti all’I.S.I.S. "Luzzatto" di Portogruaro, in occasione del ritorno dell'atleta paralimpico Andrea Devicenzi, con il suo 6° Giro d’Italia Formativo "Progetto 22"

 

L’iniziativa nasce con il proposito di sostenere, supportare e risvegliare nei giovani la consapevolezza che ognuno ha dentro di sé, attingendo dalle proprie risorse, per lo sviluppo personale. 

 

Andrea Devicenzi è mental coach, formatore e Campione Paralimpico di Triathlon: con una gamba sola, ha preso parte a gare ciclistiche di rilievo internazionale, fra cui le qualificazioni per le Paralimpiadi di Londra nel 2012. 

Si è reso, inoltre, protagonista di grandi imprese: nel 2010 ha conquistato il Khardung La, a quota 5602 metri; recentemente ha percorso a piedi i 500 km del Cammino di Francesco, da La Verna a Roma. 

Nei giorni 3 e 4 dicembre è stato ancora una volta ospite del nostro Istituto per condividere emozioni, passione e fatiche. L’ideatore del Progetto 22 è stato accolto con grande entusiasmo da circa 700 studenti del Luzzatto e dell’Istituto Statale "M. Belli"

 

Ha portato la sua testimonianza,raccontando la sua vita e come un incidente l’abbia drasticamente cambiata, trasmettendo ai ragazzi la sua capacità di rinascere e la sua determinazione

Ha dato vita ad un dibattito che ha soddisfatto le curiosità dei ragazzi presenti ed ha svelato alcuni aneddoti e alcune delle strategie motivazionali, sovente adottate in gara e nella vita. 

Sono stati due giorni all’insegna dell’inclusione, della resilienza e dei valori, dove tutti hanno potuto cogliere suggerimenti importanti e fondamentali per avere successo nella propria vita. 

 

Tre i passaggi fondamentali: accettare le risorse che si possiedono, abbandonando preconcetti e perplessità; applicare quanto imparato per consolidare e diventare padroni delle proprie risorse; coltivare la creatività, sperimentarla per trovare il proprio piano di sviluppo personale. 

Il Dirigente Scolastico Prof. Lorenzo Zamborlini, i docenti e gli studenti ringraziano Andrea il quale, attraverso la sua disabilità, riesce a ottenere il massimo da sé stesso ed a suscitare negli altri, soprattutto nei ragazzi, amore per la vita.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.